giovedì, novembre 28, 2002

SIRCHIA, CLONAZIONE TERAPEUTICA O RIPRODUTTIVA E' CRIMINE

(AGI) - Campobasso, 28 nov. - Il ministro per la Salute, Girolamo Sirchia, condanna senza appello la clonazione, sia essa a scopo riproduttivo sia per fini terapeutici. Nel corso del suo intervento, nell'inauguarzione dell'Universita' cattolica di Campobasso Sirchia, ha affermato: "Bisogna dire chiaramente e affermarlo con le leggi che la clonazione riproduttiva e' un crimine contro l'umanita'. La clonazione terapeutica non e' migliore, perche' non differisce sostanzialmente dalla prima. Non vedo - aggiunge Sirchia - come si possa distinguere se non dialetticamente, queste due forme". Il ministro punta l'indice sulle "ultime notizie diffuse solo per fare spettacolo. In questo momento la gente e' frastornata, perche' non capisce piu' se la scienza e la ricerca sono a favore o contro l'umanita'. Chi fa la ricerca ha un compito molto impegnativo - afferma il ministro - quello di far capire che ci sono anche un'etica e delle regole da rispettare. Credo che siamo arrivati al punto in cui bisogna sancire per legge che la clonazione riproduttiva e' un crimine contro l'umanita', alla stregua della schiavitu' e delle sevizie contro i bambini". Il ministro, nel suo discorso, chiama in causa anche la Comunita' internazionale. "Non ci basta sapere se l'Unione europea non fara' la clonazione riproduttiva, ma vogliamo essere certi che questo non accada anche a Dubay o in Cina. Cio' avverra' - tuona Sirchia - solo se sara' stabilito solo con leggi che si tratta di un crimine".
281726 NOV 02

Nessun commento: