lunedì, agosto 26, 2002

UNIVERSITA'

UNIVERSITA': SI RIAPRE DIBATTITO SU MODIFICA RIFORMA

(ANSA) - ROMA - Si riapre il dibattito sulle ipotesi di modifica della riforma universitaria varata dall'ex ministro Zecchino. Alleanza nazionale attraverso il responsabile scuole ed Universita' Giuseppe Valditara lancia la propria proposta: una 'laurea avanzata', della durata di 4 o 5 anni, per i giovani che ambiscano a sbocchi professionali di alto livello, da affiancarsi al sistema del '3+2' (laurea triennale e laurea specialistica biennale) con una laurea di base immediatamente spendibile sul mercato. In altre parole, un sistema a 'doppio canale' a seconda degli obiettivi da raggiungere. Il responsabile Scuola e Univesita' dei Ds Mariagrazia Pagano boccia le proposte di modifica. Cancellare l'intero impianto della riforma universitaria del '3+2'', laurea triennale e laurea specialistica biennale, a suo giudizio, e' sbagliato. I Ds propongono invece di avviare un monitoraggio del sistema, 'aggiustando il tiro' della riforma.

Moratti: necessita' di correttivi. Il ministro dell'Istruzione era tornata nelle scorse settimane sulla ''necessita di correttivi'' per la cosiddetta riforma del '3+2'. L'Italia, aveva spiegato, ''e' partita con i due cicli (3+2) in maniera omogenea con tutte le classi di lauree definite. Gli altri paesi europei sono partiti con la sperimentazione. Noi, quindi, abbiamo necessita' di una maggiore flessibilita' per quanto riguarda il rapporto 3+2 e di eliminare alcuni vincoli posti dal decreto che ha istituito la riforma per quanto riguarda le stesse classi di laurea, le specializzazioni e i crediti formativi''. Sul tema e' al lavoro una commissione ministeriale presieduta dal Rettore del Politecnico di Milano Adriano De Maio. L'orientamento sembrerebbe dunque essere verso una maggiore flessibilita' del percorso universitario del 3+2 (con percorsi eventualmente differenti, come quello di una laurea quadriennale e di una specializzazione di un anno, secondo uno schema '4+1'), e verso un accesso appunto piu' flessibile anche al titolo della laurea specialistica (da non legarsi a singoli indirizzi di laurea, previa pero' una verifica delle competenze per il candidato). Il dibattito, cosi' come le proposte di modifica del 3+2, resta comunque aperto.
26/08/2002 16:25

Nessun commento: